Il blog personale di Tommaso Baldovino, Web Designer a Firenze.

Non ti bastano gli ultimi post? Vai all'archivio, oppure guarda le mie foto.

 


25 Nov 13

1 Commento

viaggi

Viaggio in Giappone: consigli utili

I mille torii rossi del Fushimi Inari Taisha, a Kyoto

I mille torii rossi del Fushimi Inari Taisha, a Kyoto

Dopo essere stato in Giappone per 10 notti ed avere visitato molte località mi sento obbligato a condividere qualche consiglio. La mia seppur breve esperienza può sicuramente esservi utile se state pensando di organizzare un viaggio da quelle parti!

Per chi si fosse perso il diario di viaggio, questi sono tutti i post scritti durante la vacanza (in ordine cronologico):

  1. Osaka e l’arrivo in Giappone
  2. Hiroshima e Miyajima
  3. Arrivo a Kyoto, Nijo-jo e Gion
  4. Kyoto: Kyomizudera, Shimogamo jinja e Kinkaku-ji
  5. Fushimi-Inari e Nara, a due passi da Kyoto
  6. Arrivo a Tokyo e gita a Nikko
  7. Tokyo: Tsukiji, Odaiba e il tempio di Asakusa
  8. Tokyo #2: Meiji-jingu, Shibuya e Ginza
  9. Ultimo giorno (di sole) a Tokyo e ritorno in Italia

All’interno del diario di viaggio ci sono diversi suggerimenti utili e potrebbe venirvi in mente qualche meta non prevista: dategli un’occhiata se non l’avete ancora fatto!

Ma non è tutto qui: eccovi una serie di indicazioni mirate per il viaggio, tra luoghi imperdibili, consigli per lo shopping e suggerimenti utili.

Organizzare il viaggio

Per organizzare il vostro viaggio non avete particolare bisogno di agenzie: noi abbiamo acquistato online il biglietto aereo, prenotato gli hotel e pagato al momento tutto il resto.

I voli non sono così cari: molto dipende da dove volete partire, ma se vi organizzate qualche mese prima potreste cavarvela con prezzi intorno ai 600€ a persona per il viaggio di andata/ritorno. In questo momento ci sono delle proposte interessanti di Emirates per chi parte da Milano, Roma o Venezia.

Itinerario: cosa vedere in Giappone

Luoghi imperdibili

Santuario di Itsukushima, isola di Miyajima

Il santuario di Itsukushima, isola di Miyajima

Difficile fare una selezione così categorica, ma è uno sforzo necessario. Nel mio viaggio ho visitato posti davvero affascinanti ed altri che non mi hanno lasciato molto: iniziamo quindi dalle cose imperdibili, o comunque che mi sono piaciute di più.

L’ordine? Puramente casuale.

  • L’isola di Miyajima: quel giorno c’era un fantastico sole che ha sicuramente contribuito a rendere spettacolare la giornata, ma questa isola a 10 minuti di traghetto da Hiroshima è davvero un bel posto da visitare. Potrebbe non essere comodissimo se non avete in programma una tappa a Hiroshima, ma se passate da quelle parti dovete assolutamente organizzare una giornata a Miyajima.
  • Kyoto: ok, stiamo parlando di una città intera e questo non è un consiglio mirato, ma in qualche modo dovevo dirlo. Kyoto è la città dove dovete assolutamente andare se visitate il Giappone. Tokyo è una metropoli ma non ha niente di storico: tutta la storia del paese ed i templi più belli sono concentrati a Kyoto.
  • Fushimi-inari: il luogo più suggestivo tra quelli visitati. I 1000 torii rossi che portano al tempio sulla vetta della montagna nei pressi di Kyoto sono da visitare assolutamente.
  • Il Kinkaku-ji a Kyoto: uno dei templi più belli visti in tutto il Giappone. Assicuratevi di andarci al tramonto per godere dei colori fantastici che offre.
  • Nara, nei pressi di Kyoto: un grande parco, cervi in libertà, ed un tempio imponente con al suo interno il Buddha più grande di tutto il Giappone. Vi basta?
  • Nikko, nei pressi di Tokyo: è una delle mete migliori per una gita fuori Tokyo se dormite in città. Arrivarci non è rapidissimo (sono più di 2h di treni), ma il posto è affascinante e in tutto il complesso ci sono numerosi templi. Ammetto che non mi sono goduto al meglio la visita perchè era brutto tempo ed eravamo stanchi, ma ho rivalutato il posto anche rivedendo le foto.
Il Kinkaku-ji a Kyoto

Il Kinkaku-ji a Kyoto

Tutto il resto

Ho visitato molti altri posti, più o meno importanti. In questa sezione ho voluto inserire i luoghi da vedere, ma non così fondamentali da meritare la categoria “imperdibili”. Se siete di fretta e non avete molto tempo da dedicare al vostro viaggio concentratevi sulle cose elencate sopra.

  • Genbaku Dome e Peace Memorial Museum a Hiroshima.
  • Nijo-jo a Kyoto, il castello dello Shogun.
  • Yasaka Shrine a Kyoto, un tempio aperto anche durante la notte con centinaia di lanterne.
  • Kyomizudera a Kyoto, tempio famoso da cui mi aspettavo di più. Probabilmente con una giornata di sole e l’autunno inoltrato sarebbe finito nella categoria imperdibili, ma per me non è stato così.
  • Il mercato di Tsukiji a Tokyo, dove trovare il miglior sushi della città a patto che siate pronti a mangiarlo di mattina.
  • L’isola di Odaiba a Tokyo, tra grattacieli, palazzi moderni e il Gundam gigante.
  • Il tempo di Asakusa a Tokyo.
  • Meji-jingu a Tokyo, immerso in uno dei parchi più grandi della città.
  • Una passeggiata a Shibuya e Ginza.

Da notare che in questa categoria ci sono molti luoghi di Tokyo. È una città affascinante, enorme, caotica e ricca di posti da scoprire, ma il numero di notti da dedicare alla città dipende molto dal tipo di viaggio che avete in mente.

Se vi interessa la storia del Giappone, Tokyo non è il posto migliore dove andare. Al contrario è una città fantastica se vi piacciono le metropoli e lo shopping.

Il panorama di Tokyo da Odaiba.

Il panorama di Tokyo da Odaiba.

Consigli per lo shopping

La prima cosa importante da sapere è che il Giappone non è affatto caro. I trasporti costano, ma sono efficienti: tutto il resto ha prezzi decisamente accessibili, soprattutto se il cambio Yen-Euro è favorevole e se vi interessano prodotti made in Japan.

Computer e macchine fotografiche

Un esempio su tutti è il settore della fotografia e della tecnologia in generale.

Se volete fare acquisti di marche come Nikon, Canon e Sony non fatevi scappare l’occasione. Le macchine fotografiche hanno prezzi che arrivano fino alla metà di quelli italiani: è un paradiso per gli appassionati! A Tokyo non avrete problemi a trovare vari negozi delle catene Bic Camera o Yodobashi Camera: sono entrambi vicino alla stazione di Shinjuku.

Per quanto riguarda i computer invece le differenze della tastiera impediscono di fare molti acquisti: comprare un tablet è la scelta migliore. Anche i prodotti Apple nonostante siano americani sono molto convenienti.

100 Yen Shop

Se volete spendere poco e trovare dei souvenir da portare a casa, cercate i 100 Yen Shop.

Sono negozi che come potete intuire dal nome vendono ogni cosa a 100¥, in questo momento equivalenti a 0.75 centesimi di euro. Accessori per la casa, caricabatterie, bacchette, carta per origami, snack e cover per cellulari: di tutto un po’.

Altre curiosità

Nelle vostre passeggiate vi imbatterete in oggetti di qualsiasi tipo. Dalle katane ai coltelli per sushi, passando per dolci dal sapore decisamente alternativo (solitamente tè verde o fagioli dolci). Se volete osare e regalare ai vostri amici qualcosa di unico, potete anche acquistare i sampuru, le riproduzioni di cibo che ogni ristorante espone all’entrata: ci sono negozi che le vendono.

Tra i souvenir portati a casa vado molto fiero dei nanoblock: micro costruzioni simili ai Lego con pezzi molto più piccoli. Li trovate a prezzi veramente accessibili in vari negozi di Tokyo come Loft o Tokyu Hands e nei centri commerciali.

Io ho a casa la riproduzione del Kaminarimon, ma ammetto che il tempio di Himeji è senza dubbio il pezzo più bello della collezione. La notizia più bella? Se li volete ora sono in vendita anche su amazon.it:

Le strade di Shibuya, a Tokyo.

Le strade di Shibuya, a Tokyo.

Le zone migliori dove alloggiare

Hiroshima

Se potete, soggiornate nella zona vicino al fiume immediatamente vicino al Peace Memorial Museum e al Genbaku Dome. Noi eravamo al Park Side Hotel e pur non essendo un albergo sensazionale ha tutto il necessario per vedere le cose importanti in città senza fare troppi chilometri a piedi. Ottimi prezzi su booking.com.

Kyoto

Ci sono poche linee di metro, e finirete ad usare gli autobus per la maggior parte del tempo. Occhio alle ore di punta, perchè restare imbottigliati nel traffico vi farà perdere del tempo prezioso che vorrete invece investire visitando la città.

La posizione del nostro Hotel Gimmond per questo non era l’ideale: vicino alla metro ma troppo lontano dalle fermate del bus. Molto meglio cercare un posto vicino a Gion dove dormire: finirete comunque per spostarvi con i mezzi pubblici per visitare i vari templi, e almeno sarete vicino alle zone più frequentate per le vostre passeggiate serali e per cenare.

Tokyo

Abbiamo chiesto alla famiglia giapponese che abbiamo incontrato un parere su dove fosse meglio soggiornare a Tokyo: la risposta è stata Ginza o Shibuya. Noi invece eravamo a Shinjuku: comodo perchè la stazione è enorme e collegata praticamente a tutto il resto, ma forse ci sono zone migliori. A Shinjuku la maggior parte dei negozi e dei locali sono nella zona intorno alla stazione; allontanandosi verso ovest aumentano i grattacieli e gli uffici.

Potete anche cercare fuori città, ma tenete presente che le distanze sono enormi e allontanarsi dal centro può voler dire anche impiegare un’ora di metro per arrivare nelle zone più vive: siete sicuri di voler perdere tutto questo tempo?

Tokyo dal 45° piano del Government Building.

Tokyo dal 45° piano del Government Building.

Indicazioni importanti

  • In Giappone le carte di credito vengono usate molto meno di quanto possiate pensare. Importantissimo avere degli Yen con sè per pagare soprattutto i trasporti ed i ristoranti. Solo i grandi negozi ed i supermercati accettano carte del circuito Visa/Mastercard, ed i normali bancomat non le riconoscono. Le soluzioni sono 3:
    • Cambiare i soldi prima di partire
    • Cambiare gli euro all’arrivo in aereoporto in qualche agenzia di cambio
    • Prelevare gli Yen ai bancomat degli uffici postali principali, che riconoscono le nostre carte
  • Se volete spostarvi in treno tra le città dovete assolutamente acquistare prima di partire il JR Pass. Si tratta di un biglietto speciale che vi consentirà di risparmiare e prendere alcune linee di Shinkansen (i treni veloci), i treni, le metro ed i traghetti della Japan Railways. Pagate circa 200€ e avete una settimana di spostamenti gratis: da fare, per coprire soprattutto le parti di viaggio fuori da Tokyo. Una volta arrivati in Giappone dovrete andare in una stazione per attivare il pass, decidendo il giorno di inizio validità.
  • I giapponesi che parlano inglese sono pochi, ma per fortuna le indicazioni sono quasi sempre in doppia lingua. Se non conoscete nemmeno l’inglese potreste avere seri problemi ad orientarvi, anche se chiunque cercherà di aiutarvi anche senza capire niente di quello che state dicendo.
  • La stagione autunnale, quando tutti gli aceri diventano di un rosso acceso, va da novembre a inizio dicembre. Ovviamente dipende dal clima e anche una settimana può fare la differenza: dovendo dare un consiglio vi direi di programmare il viaggio tra il 15 ed il 30 novembre. La fioritura dei ciliegi di solito è ad inizio Aprile, ma vi consiglio di tenere d’occhio i siti con le relative previsioni.

Spero che questa guida possa esservi utile. Le due settimane trascorse in Giappone per me sono state un’esperienza unica ed è un viaggio che vi consiglio assolutamente. Per domande o commenti lo spazio qui sotto è a vostra disposizione!

Il rosso degli aceri in autunno.

Il rosso degli aceri in autunno.

Tag:

Autore:

Un commento a “Viaggio in Giappone: consigli utili”

  1. Ottimo riassuntino.
    Molto utile per me che è un pò che sto accarezzando l’idea di fare un salto in Giappone.
    E direi che aver letto il tuo blog non fa altro che aumentare la mia voglia.

    :)

Scrivi un commento