Il blog personale di Tommaso Baldovino, Web Designer a Firenze.

Non ti bastano gli ultimi post? Vai all'archivio, oppure guarda le mie foto.

 


10 Nov 13

0 Commenti

viaggi

Fushimi-Inari e Nara, a due passi da Kyoto

20131110-210647.jpg

Dopo aver visitato vari templi di Kyoto e girato la città a lungo, l’ultimo giorno in zona era inevitabilmente da dedicare a Nara.

Prima di arrivare a destinazione però abbiamo dedicato la mattina al santuario shintoista Fushimi-Inari, che è raggiungibile da Kyoto in poco tempo seguendo proprio la linea JR per Nara. Ci sono anche dei bus cittadini che arrivano in zona ma visto che eravamo in treno abbiamo approfittato dell’occasione per fare due tappe con un unico viaggio.

Cosa c’è a Fushimi-Inari? Molti templi, ma soprattutto i famosissimi 1000 Torii rossi. Normalmente se ne trova uno all’entrata di ogni tempio: qui invece ce ne sono tantissimi, uno dietro l’altro, lungo la scalinata che sale la montagna per arrivare ai vari templi.

Fatte innumerevoli foto e percorsa nemmeno metà della salita che arrivava in vetta (solo per i fedeli più abili!) abbiamo percorso un secondo sentiero tra gli alberi per tornare alla stazione di Inari e da lì arrivare a Nara.

Nara è una piccola cittadina a circa 1 ora di treno da Kyoto, dove si trova un immenso parco pieno di cervi in libertà ed il tempio Todaji.
Il tempio è veramente grande e imponente, ed è famoso perché al suo interno c’è il Daibutsu, il “grande Buddha” alto 14 metri.

Nel parco i cervi sono liberi perché sono considerati messaggeri degli dei nella religione shintoista, così come avevamo già visto sull’isola di Miyajima.
Occhio a cibo e borse quando passate da quelle parti perché i cervi sono particolarmente affamati.

Fantastica la scena di un vecchietto giapponese armato di bastone che cercava invano di allontanare due cervi che avevano deciso di seguirlo in cerca di cibo!

Avremmo potuto passare a Nara altro tempo, visto che nel parco ci sono numerosi sentieri da percorrere e templi più piccoli da visitare, ma a metà pomeriggio abbiamo ripreso il treno e siamo tornati a Kyoto.

Dopo aver cenato abbiamo preparato le valigie e il giorno dopo siamo partiti: destinazione Tokyo, ultima tappa del nostro viaggio in Giappone.

Tag:

Autore:

Scrivi un commento