Il blog personale di Tommaso Baldovino, Web Designer a Firenze.

Non ti bastano gli ultimi post? Vai all'archivio, oppure guarda le mie foto.

 



14 apr 14

0 Commenti

games

Dark Souls

dark-souls-coverQuella che sto per scrivere non è la semplice recensione di un videogioco: è il racconto di un viaggio.

Avevo sentito parlare di Dark Souls fin dal momento della sua uscita (From Software, 2011), lasciandolo tra le curiosità da provare prima o poi.

La realtà è che ero stato spaventato da numerose testimonianze: amici che lo giudicavano difficile e frustrante, altri che dopo averci giocato un’ora l’avevano riportato indietro… insomma non esattamente le migliori premesse.

Cosa mi ha convinto? Semplicemente il fatto di averlo trovato in offerta su Xbox Live qualche mese fa, insieme alla voglia di cimentarmi in qualcosa di diverso dal solito.

Com’è andata?

Dopo circa 70 ore di gioco, posso dire che Dark Souls è entrato di diritto tra i miei videogiochi preferiti degli ultimi anni, ed è salito al primo posto in termini di ore giocate. Un’esperienza unica.

Continua a leggere “Dark Souls”

Black Mirror, la serie TV

black_mirror

Black Mirror è una serie tv britannica andata in onda per la prima volta nel 2011 su Channel 4.

Ho finito proprio ieri di vedere le tre puntate della prima stagione: evidentemente agli inglesi piacciono le miniserie sullo stile di Sherlock e Luther.

In questo caso però l’argomento è completamente diverso: Black Mirror parla di nuove tecnologie e di come queste possano cambiare la nostra vita, proponendo in ogni episodio un nuovo scenario con protagonisti sempre diversi. Quella che viene presentata è una visione molto pessimistica e ai limiti del paranoico, ma comunque molto appropriata al tema.

Nella prima puntata tutto è incentrato sul potere dei social network e sull’utopia di poterli controllare. Il secondo episodio immagina una realtà futura non ben definita, dove l’attenzione è tutta sull’effettivo valore dei beni virtuali. Infine il terzo episodio, forse il più angosciante, immagina un mondo dove tutti hanno la possibilità di registrare e rivivere ogni momento della propria vita.

Esiste anche una seconda stagione andata in onda nel 2013, che però devo ancora recuperare.

Se vi interessano gli argomenti trattati non fatevela scappare, è ricca di spunti veramente interessanti.

19 gen 14

0 Commenti

games

Electronic Super Joy

electronic-super-joy

Electronic Super Joy è un platform che fa dell’immediatezza il suo punto forte.

L’ho acquistato in saldo su Steam ad appena 0.59€ (il prezzo pieno è intorno ai 6€), e l’acquisto al buio è assolutamente valso la pena.

Continua a leggere “Electronic Super Joy”

14 gen 14

2 Commenti

games

Bastion

bastion-title

Proper story’s supposed to start at the beginning. Ain’t so simple with this one.

Bastion è un titolo del 2011 prodotto da Supergiant Games e pubblicato dalla Warner Bros, che ho avuto modo di giocare a fondo solo recentemente.

È un videogioco d’azione con visuale isometrica, che per certi versi mi ha ricordato Lara Croft and the Guardian of Light. In questo caso l’avventura è solo single player.
Punto di forza è una grafica veramente curata che accompagna il giocatore alla scoperta del Bastion: una terra fluttuante immersa in un mondo fantastico, dove è avvenuto un disastro non meglio identificato. Ci siete solo voi nei panni di “the boy”, con l’obiettivo di raccogliere i pezzi di un mondo ormai in rovina.

Continua a leggere “Bastion”

03 gen 14

0 Commenti

games

Gone Home

gone_home

Gone Home è un gioco per PC e Mac uscito qualche mese fa. Potrebbe essere definito erroneamente un’avventura grafica: in realtà è una storia interattiva, raccontata in modo alternativo, ma pur sempre una storia.

Non ci sono enigmi (se non indizi da seguire veramente evidenti), nessun nemico da abbattere o da cui scappare. Qualche brivido ogni tanto, ma niente di veramente traumatico.

È la storia di una ragazza che ritorna a casa dopo un anno passato all’estero, ed esplorando casa scopre quello che è successo alla sua famiglia. Non dirò di più, perchè è una storia che vale la pena scoprire giocando, con un finale toccante.

Continua a leggere “Gone Home”

28 dic 13

0 Commenti

games

Dishonored

Dishonored

Ho comprato Dishonored per Xbox 360 con i saldi natalizi, e l’ho finito dopo 21 ore di gioco (secondo i conti di Raptr).

L’idea è bella: un gioco in soggettiva dove è molto più importante agire nell’ombra ed evitare i nemici. Non il solito sparatutto. Peccato che nonostante l’ottima realizzazione tecnica ci siano dei problemi di gameplay che lo rendono un titolo buono, ma non eccellente.

Le missioni sono molto simili: aumenta il tipo e il numero di nemici, ma nemmeno più di tanto. Lo scopo è sempre lo stesso, e pur avendo vari modi di affrontare i livelli ci si ritrova sempre a cercare percorsi per aggirare i nemici quando sono isolati per poi stordirli e trascinarli nelle ombre. Ripetete all’infinito con poche varianti ed avrete un’idea della situazione.

Un gioco da provare, magari se comprato con uno sconto consistente ora che è passato più di un anno dalla sua uscita.

P.S.: voglio tenere questo diario aggiornato con i videogiochi che passano da casa mia, peccato che non abbia mai il tempo di scrivere recensioni dettagliate. Sono arrivato quindi ad una decisione: mi obbligherò a pubblicare un post per i titoli provati a costo di scrivere giudizi sintetici. Meglio questo che un blog morto.

25 nov 13

1 Commento

viaggi

Viaggio in Giappone: consigli utili

I mille torii rossi del Fushimi Inari Taisha, a Kyoto

I mille torii rossi del Fushimi Inari Taisha, a Kyoto

Dopo essere stato in Giappone per 10 notti ed avere visitato molte località mi sento obbligato a condividere qualche consiglio. La mia seppur breve esperienza può sicuramente esservi utile se state pensando di organizzare un viaggio da quelle parti!

Per chi si fosse perso il diario di viaggio, questi sono tutti i post scritti durante la vacanza (in ordine cronologico):

  1. Osaka e l’arrivo in Giappone
  2. Hiroshima e Miyajima
  3. Arrivo a Kyoto, Nijo-jo e Gion
  4. Kyoto: Kyomizudera, Shimogamo jinja e Kinkaku-ji
  5. Fushimi-Inari e Nara, a due passi da Kyoto
  6. Arrivo a Tokyo e gita a Nikko
  7. Tokyo: Tsukiji, Odaiba e il tempio di Asakusa
  8. Tokyo #2: Meiji-jingu, Shibuya e Ginza
  9. Ultimo giorno (di sole) a Tokyo e ritorno in Italia

All’interno del diario di viaggio ci sono diversi suggerimenti utili e potrebbe venirvi in mente qualche meta non prevista: dategli un’occhiata se non l’avete ancora fatto!

Ma non è tutto qui: eccovi una serie di indicazioni mirate per il viaggio, tra luoghi imperdibili, consigli per lo shopping e suggerimenti utili.

Continua a leggere “Viaggio in Giappone: consigli utili”

Ultimo giorno (di sole) a Tokyo e ritorno in Italia

tokyo-government-building-panorama

Arrivati alla mattina dell’ultimo giorno non avevamo molte possibilità, soprattutto con pochi Yen rimasti in tasca. Inoltre non avevamo nessuna voglia di allontanarci troppo dall’hotel dove avevamo lasciato le valigie, e da Shinjuku dove avremmo preso il Narita Express.

Per fortuna che il tempo ci ha aiutato: ci siamo alzati con una fantastica giornata di sole ad accoglierci ed abbiamo deciso che era l’occasione giusta per provare a salire sul Tokyo Government Building: il municipio (ovviamente un grattacielo!) da cui è possibile vedere tutta la città gratis, senza spendere il biglietto presente invece in altri palazzi come lo Skytree o la Tokyo Tower.

Continua a leggere “Ultimo giorno (di sole) a Tokyo e ritorno in Italia”

Ultimo Video Preferito