Il blog personale di Tommaso Baldovino, Web Designer a Firenze.

Non ti bastano gli ultimi post? Vai all'archivio, oppure guarda le mie foto.

 


13 Mag 10

1 Commento

games

Bayonetta

Avevo già parlato di Bayonetta su questo blog confrontandolo con la demo di Dante’s Inferno. I pareri in rete sono divisi: si trovano recensioni decisamente positive con voti altissimi, e commenti degli utenti molto più freddi. Anche il mio post aveva avuto qualche critica riguardante proprio Bayonetta.

Nonostante tutto però ho deciso di comprarlo su Zavvi visto il prezzo conveniente (poco più di 20€) e dopo averlo finito una prima volta posso dire che è davvero un gran gioco.

Era difficile dare un giudizio basandomi solo sulla demo: dopo diverse ore ho sicuramente un’idea più chiara. Il bello di Bayonetta sono le finezze che scopri man mano avanzando nei livelli: i combattimenti diventano sempre più chiari, così come l’utilizzo delle combo e delle varie tattiche. E’ vero che la prima impressione data dai combattimenti è di un grande caos, ma è un caos “ordinato”, che segue una sua logica. Su Xbox la grande fluidità delle animazioni non è cosa da poco, e realizzare delle combo in poche frazioni di secondo dà una bella soddisfazione.

Una delle prime cose da imparare per superare le prime difficoltà è la gestione del Witch Time, che rallenta i nemici ed è l’unico modo per ottenere risultati interessanti. Questo è uno dei dettagli di cui parlavo, che differenzia Bayonetta dai classici giochi in cui basta picchiare i nemici per andare avanti. Senza Witch Time, certe situazioni sono impossibili (o quasi).

Un altro dettaglio che aumenta la longevità del gioco è il gran numero di zone nascoste (i portali Alfheim) e di oggetti sbloccabili che possono essere ottenuti solo dopo molte ore di gioco. Alcuni achievement sono fatti apposta per finire Bayonetta almeno due volte, prima a difficoltà normale e poi difficile, ed è comunque impossibile acquistare alcuni accessori che potenziano il personaggio se non dopo varie partite.

Se non si fosse capito, a me è piaciuto. Non mi sento però di consigliarlo incondizionatamente, proprio perché ha ricevuto diversi pareri contrastanti, e l’ambientazione per alcuni potrebbe apparire poco coinvolgente. Se vi è piaciuto Devil May Cry 4, compratelo senza troppi dubbi, altrimenti cercate di giocarlo e di capire prima di tutto il funzionamento di combo, witch time e torture attacks.

Video del prologo – Platino puro

Tag: , ,

Autore:

Un commento a “Bayonetta”

  1. Fico, fichissimo. Ancora non l’ho finito però… :) E certo, dovrò finirlo almeno un paio di volte… :)

Scrivi un commento