Il blog personale di Tommaso Baldovino, Web Designer a Firenze.

Non ti bastano gli ultimi post? Vai all'archivio, oppure guarda le mie foto.

 


28 Gen 09

3 Commenti

libri

Uomini che odiano le donne

Ho comprato ed iniziato a leggere Uomini che odiano le donne praticamente al buio, solo per il clamore che ha iniziato a sollevare, senza però sapere niente della trama. Difficilmente mi avventuro in una lettura senza informarmi prima, ma questa volta ho voluto immergermi nelle 688 pagine di questo thriller guidato solo dalle sensazioni.

Ebbene, dopo averlo letto a tempo di record posso dire che è sicuramente uno dei migliori libri pubblicati nel 2008.

Uomini che odiano le donneLa storia è avvincente e riesce a catturare l’attenzione fin da subito. Credo sia questo che mi ha spinto a comprarlo: se  andate in cerca di persone che l’hanno letto, molti vi diranno che l’hanno fatto in pochissimo tempo. Non aspettatevi comunque indiscrezioni da parte mia, se volete avventurarvi nella lettura è bene che lo facciate a mente sgombra, senza sapere assolutamente niente.

Una delle cose che vi colpirà, così come è successo a me, è l’ambientazione. Stieg Larsson (purtroppo scomparso nel  2004) era uno scrittore svedese, e tutto logicamente ne è influenzato. Dai nomi dei protagonisti a quelli delle località, passando per lo stile di vita e le temperature polari, vi troverete immersi in una realtà diversa da quella a cui siamo abituati. E’ una conseguenza logica che non potrete fare a meno di notare.

Parlando invece dei protagonisti, se Michael Blomqvist è l’uomo di turno, in realtà la scena è tutta per la sua compagna di avventure, Lisbeth Salander. E’ un personaggio assolutamente ben caratterizzato, ribelle, lontano dalle convenzioni e per questo magnetico. Qualcuno finirà per adorarla.

Era poi inevitabile che Uomini che odiano le donne diventasse un film. Da quello che ho capito è imminente il film per il grande schermo e sarà prodotta anche una serie TV: su YouTube è già disponibile anche un trailer:

httpv://it.youtube.com/watch?v=D8a4AIiuBjg

In conclusione, se vi piacciono i gialli/thriller non potete assolutamente perdervi questo romanzo. Certo non sarà perfetto e ci sono buone possibilità che dopo tutto l’hype sollevato qualcuno possa rimanere deluso, ma resta comunque un bel libro.

Lo trovate edito da Marsilio, insieme agli altri due romanzi della Millenium Trilogy: La ragazza che giocava con il fuoco e La regina dei castelli di carta.

Tag: ,

Autore:

3 commenti a “Uomini che odiano le donne”

  1. Ciao. Avevo visto il titolo in libreria, ma non l’ho preso perchè spaventato dal titolo. Magari è stupido, ma dal titolo non mi ispirava. Troppo generico e troppo violento allo stesso tempo.
    Senza svelare la trama, puoi spiegare il significato del titolo ?

  2. Ciao, il titolo è riferito ad un paio di personaggi maschili che in un modo o nell’altro dimostrano di “odiare le donne”, la frase è della protagonista, Lisbeth. Comunque è quasi sempre impossibile giudicare un libro dal titolo, se ti piace il genere giallo/thriller te lo consiglio.

  3. “Uomini che odiano le donne” è molto di più…è la voglia di interrompere una fuga che dura da troppi anni a causa di ingiusti soprusi subiti, è il coraggio di cavarsela da sole anche se non c’è un uomo o una famiglia a proteggerci, è la bellezza di una forza che a forti tinte femminili alberga l’uomo e a tonalità più scure e definite irradia la donna…è la sicerità dei sentimenti senza che venga chiamata follia o anormalità…per me è stato un libro che non volevo finisse mai e di cui in modo coatto ne sospendevo la lettura per gustarmelo più lentamente. Prima di correre ad acquistare il secondo (che però adesso stò leggendo) ho “temporeggiato” con altro visto che lo scrittore ce ne ha regalati in tutto solo tre!!…scusate l’eccessivo entusiasmo ma non ne ho potuto fare a meno..e pensare che di solito non leggo thriller!!! W Lisbeth Salander & Mikael Blomkvist..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.