Il blog personale di Tommaso Baldovino, Web Designer a Firenze.

Non ti bastano gli ultimi post? Vai all'archivio, oppure guarda le mie foto.

 


Cloverfield

Nel periodo della sua uscita al cinema, Cloverfield ha fatto parlare di sè perchè prodotto da J.J.Abrams, il creatore di Lost. Non mi ero interessato più di tanto alla cosa, ma qualche giorno fa ho avuto modo di vedere il film.

Senza addentrarmi troppo in particolari, la trama è semplice: un mostro spuntato dal nulla attacca New York e semina distruzione per la città. Tutta la pellicola segue le vicende di alcuni ragazzi, che riprendendo ogni cosa con la loro videocamera tentano di sopravvivere tra alterne vicende.

Cloverfield

Cloverfield

La particolarità del film sta proprio nelle riprese: l’unico punto di vista è quello della camera dei protagonisti, come accadeva in The Blair Witch Project. Se i videogiochi in soggettiva vi provocano nausea e mal di mare, probabilmente Cloverfield non fa per voi: e non ditemi che non vi avevo avvisato.

Per quanto riguarda il giudizio complessivo, ho sentito molti pareri discordanti. E’ vero che la trama è inesistente, ma l’obiettivo è quello di catturare l’attenzione dello spettatore e di fargli seguire gli eventi come se si trovasse con i protagonisti: il vero successo di Cloverfield è questo.

Non l’ho trovato noioso e ci sono alcune sequenze notevoli (tra tutte l’attacco dell’esercito al mostro): merita di essere visto, almeno per il tentativo di offrire uno spettacolo diverso dal solito allo spettatore.

La mano di J.J.Abrams si nota, sia per la campagna di marketing che è stata realizzata al momento del lancio, che per l’evoluzione del film. Così come in Lost, i protagonisti si trovano in una situazione della quale non conoscono le circostanze. E’ proprio la mancanza di risposte agli interrogativi che attira l’attenzione ed aumenta l’attesa.

Qui di seguito il trailer ufficiale:

httpv://www.youtube.com/watch?v=6CPahlzxt-Y

Tag: , , ,

Autore:

3 commenti a “Cloverfield”

  1. T’avevo detto che meritava dargli quell’oretta e poco più della tua vita ;)

  2. Verissimo, infatti è stato proprio il tuo parere a convincermi a vederlo :)

  3. Sono daccordo, merita di essere visto perchè girato davvero bene: la camera da mal di mare se usata con criterio può essere affascinante e straordinariamente avvincente! Per me nel suo genere vale un bel 8-. ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.