Il blog personale di Tommaso Baldovino, Web Designer a Firenze.

Non ti bastano gli ultimi post? Vai all'archivio, oppure guarda le mie foto.

 


06 Mar 17

0 Commenti

viaggi

Viaggio a Dubai: la mia esperienza e consigli utili

Dubai Marina - Viaggio a Dubai

Sono stato in viaggio a Dubai insieme alla famiglia per una settimana esatta: dal 25 febbraio al 3 marzo, con 5 giorni pieni da dedicare alla scoperta del luogo.

Visto che non voglio correre il rischio di dimenticarmi quello che ho scoperto, i posti visitati ed i consigli utili per chi vuole programmare una vacanza a Dubai, ecco il resoconto.

Temperature e abbigliamento

Il periodo febbraio-marzo è perfetto per una vacanza a Dubai con temperature non esageratamente alte. Considerate che a Dubai si va da una minima di 10°C circa dei mesi invernali ad una massima ben oltre i 40°C d’estate.

Durante la nostra permanenza (da fine febbraio a inizio marzo) abbiamo trovato temperature tra i 18°C ed i 28°C. Clima perfetto per passeggiare ad ogni ora: basta vestirsi a strati per passare dalla spiaggia ai locali con aria condizionata.

Abbiamo per onor di cronaca avuto anche la sfortuna di incappare in un giorno intero di pioggia: evento rarissimo da quelle parti, ma comunque le precipitazioni sono state sempre leggere e le temperature costanti.

Andare a luglio-agosto è decisamente sconsigliato per questo motivo: troverete sicuramente grandi offerte ed i prezzi di hotel e volo saranno molto convenienti, ma il rischio è di passare da un luogo con l’aria condizionata all’altro, soffrendo il caldo torrido durante gli spostamenti.

Prezzi e valuta locale

La moneta locale è il dirham degli Emirati Arabi Uniti (EAD). Il cambio nel momento in cui scrivo è di circa 1€ per 3.90 dirham, e se andate a Dubai è bene avere in tasca sempre un po’ di moneta locale.

Le banconote fanno comodo per fare acquisti nei suq (o suk), i mercati tradizionali, ma anche per gli spostamenti in taxi. Questi ultimi sono economici e vengono spesso usati per raggiungere le diverse parti della città.

Le carte di credito sono accettate senza problemi nei negozi, nei ristoranti, e anche per servizi turistici come i bus a due piani che fanno il tour di Dubai.

E i prezzi?

Non aspettatevi una vacanza economica, ma è comunque possibile passare un po’ di giorni a Dubai senza spendere un’esagerazione. C’è sicuramente chi spende cifre astronomiche per alberghi di lusso e boutique esclusive, ma non c’è solo quello.

Il vantaggio di Dubai è l’infinita scelta di prodotti e servizi, non tanto il risparmio. Tutto quello che troverete costerà più o meno come in Italia, ad eccezione dei gioielli nel suk dell’oro che sono decisamente convenienti: se volete fare un regalo importante o comprare un gioiello approfittatene.

L’unica cosa su cui è difficile risparmiare più di tanto sono i pasti, soprattutto se alloggiate in zone turistiche come Dubai Marina: difficilmente riuscirete a spendere meno di 50-60 dirham (circa 15€) per un piatto. Esistono però anche i supermercati (il Ramada Plaza ne ha uno accanto), e se alloggiate in un appartamento con cucina non avrete problemi.

Shopping e centri commerciali

Una delle attrazioni di Dubai è senza dubbio lo shopping. Qualsiasi prodotto vi possa venire in mente, lo troverete a Dubai. Così come tutti i marchi (non solo di lusso) all’interno degli enormi centri commerciali che sono stati costruiti negli ultimi anni.

Non era decisamente la mia ragione di viaggio, ma non è raro trovare turisti che approfittano della vacanza anche per dedicarsi allo shopping estremo.

In questo senso sono due le attrazioni: il Mall of the Emirates e il Dubai Mall. Il primo ha all’interno una pista da sci, un villaggio innevato ed una vera seggiovia (siamo a Dubai, tutto è possibile), oltre ad una serie innumerevole di negozi e 4 piani in cui perdersi.

Il Dubai Mall è un centro commerciale all’ennesima potenza. Ancora più grande del Mall of the Emirates, è costruito accanto al Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo con i suoi 829 metri. Lo spettacolo delle fontane è al primo posto tra le attrazioni di Dubai su Trip Advisor, e nel centro commerciale potete trovare veramente qualsiasi cosa: dai marchi di lusso ai negozi di Zara e H&M.

Anche qui vale lo stesso discorso: vi deve interessare lo shopping, e una giornata intera probabilmente non basta per visitarlo tutto da cima a fondo.

Spettacolare anche l’acquario all’interno del Dubai Mall: una enorme vasca con pesci di tutti i tipi, attraversata da un tunnel (a pagamento). Una delle tante attrazioni folli di Dubai.
Il biglietto però è caro (100 dirham nella versione base), e sinceramente non ve lo consiglio: noi l’abbiamo fatto perché avevamo l’ingresso incluso nel tour del City Sightseeing Bus.

Dubai Marina

Il quartiere di Dubai Marina è la parte più moderna della città, costruita di recente e ancora oggi in espansione con cantieri e grattacieli che continuano a venire costruiti senza sosta.

Alloggiavamo proprio in questa zona, e il nostro hotel era il Ramada Plaza Jumeirah Beach, che consiglio senza ombra di dubbio. Le stanze sono enormi: abbiamo ricevuto un upgrade gratuito da due matrimoniali ad un mega appartamento con salotto, cucina, 2 camere e 3 bagni, e la colazione a buffet che era inclusa nella nostra tariffa era ottima.

A due passi dai moli e dai grattacieli c’è The walk, una passeggiata che costeggia la spiaggia, con ristoranti, bar, locali dove prendere un aperitivo, un piccolo mercato e qualche stabilimento balneare.

Unico neo la distanza dal centro: se avete voglia di fare una vacanza di mare il posto è ottimo, ma considerate che arrivare nella vecchia Dubai da Dubai Marina potrebbe richiedervi anche 1 ora di taxi nell’ora di punta.

La vecchia Dubai: suq, Dubai Museum e Al Fahidi

La parte originaria di Dubai è limitata ad un’area veramente contenuta a ridosso del creek, il canale che dal mare attraversa parte della città.

A nord, dal lato dell’aereoporto nella zona chiamata Deira, ci sono i suq più famosi: il mercato dell’oro dove è veramente interessante approfittare di prezzi assolutamente competitivi, oltre al mercato delle spezie e di qualche souvenir per turisti.

Attraversando il creek si arriva invece al suq dei tessuti, subito accanto al Dubai Museum e alle poche abitazioni storiche rimaste del quartiere di Al Fahidi. Non vi aspettate di esplorare un’area particolarmente vasta: c’è ben poco delle abitazioni originarie, e le poche rimaste sono spesso adibite a mercato. Lo stesso Dubai Museum contiene molte riproduzioni di scene di vita quotidiana e pochi reperti originali, ma il costo d’ingresso è irrisorio (3 dirham a persona) quindi un giro tutto sommato vale la pena farlo.

Il mare

Nonostante quello che potreste immaginare, è possibile fare una vacanza di mare a Dubai senza spendere niente per stare in spiaggia: ci sono ampie zone di spiaggia libera dove i turisti in costume sono ovunque. Nessun problema di abbigliamento, a patto ovviamente di evitare le esagerazioni (niente topless, siamo pur sempre in un paese arabo).

Esiste la zona balneare di Dubai Marina, ma c’è anche una grande spiaggia libera a Jumeirah, vicino al Burj Al Arab, il famoso grattacielo a forma di vela.

Una raccomandazione: portatevi la protezione solare anche nei mesi invernali! Nonostante la temperatura non elevatissima ho visto più di un turista bruciato dal sole, che scalda molto più che da noi.

Il mare è pulito e di un bel colore cristallino, nonostante la sabbia. Spesso un po’ mosso per via del vento.

Viaggio a Dubai con bambini

Avendo viaggiato con una bimba di poco più di un anno, mi sembra d’obbligo spendere due parole anche per chi sta pensando di fare un viaggio a Dubai con bambini.

È possibile? Assolutamente sì, soprattutto nei mesi più freschi. Certo sconsiglierei di andarci oltre marzo, perché il rischio di trovare temperature elevate è alto, ma la città è senza dubbio a prova di bambini.

Ogni scala mobile ha anche un ascensore, l’aereoporto ha i passeggini gratuiti dall’aereo fino all’uscita, e tutti con noi sono sempre stati disponibili e gentili per qualsiasi necessità. Non mancano i bagni pubblici gratuiti e pulitissimi nelle zone moderne come Dubai Marina, così come i fasciatoi.

Unico neo: un concetto un po’ alternativo di accessibilità, con qualche scalino di troppo qua e là senza possibilità di usare delle rampe, ma niente di insormontabile.

Consigli utili per una vacanza a Dubai

Arrivati a questo punto le informazioni sono sicuramente tante, ma se avete delle curiosità usate i commenti per chiedermi quello che mi sono dimenticato.

Qualche nota sparsa:

  • Gli spostamenti sono una parte importantissima della vita a Dubai. La città è costituita da tante attrazioni sparse a km di distanza tra loro: esiste una metro, ma se dividete la spesa considerate seriamente anche i taxi che sono tutto sommato economici. Tanto per fare un esempio la tratta Aereoporto DXB – Dubai Marina richiede circa 45 minuti per 70-80 dirham (20€).
  • Il traffico è assurdo, soprattutto la sera. Cercate di evitare gli orari dalle 5-6 di pomeriggio in poi, oppure preparatevi a lunghe code.
  • Se volete salire sul Burj Khalifa, prenotate assolutamente la visita tramite internet per spendere 125 dirham nelle ore meno affollate. Se vi presentate direttamente lì per fare il biglietto ne spenderete 300.
  • Il pesce è buono, in qualsiasi modo vi venga offerto. L’ho mangiato più volte, in locali diversi, e non mi ha mai deluso.
  • Se vi trovate ad acquistare tessuti, spezie o souvenir nei suq locali, non accettate mai il primo prezzo. Tutto può essere contrattato senza problemi, anche fino alla metà del prezzo di partenza.

Vale la pena fare un viaggio a Dubai? Secondo me sì, almeno una volta. Non so se ci tornerei, ma è un bel posto dove stare per una settimana, soprattutto se ci si lascia alle spalle il freddo.

L’unico vero neo è la sensazione di artificialità che esiste un po’ ovunque: le zone storiche sono davvero poche, e più che in altri paesi vi renderete conto di come tutto sia esageratamente recente, costruito negli ultimi decenni, e orientato al turismo.

Se la cosa non vi disturba, cercate le offerte di Emirates e non fatevi problemi a partire!

Tag: , ,

Autore:

Scrivi un commento